Rinoplastica: 7 domande per un naso perfetto

30 marzo 2017

Perchè l’intervento di Rinoplastica è così diffuso? Il naso è il centro del volto, la sua forma è in grado di modificare completamente l’aspetto del viso. Molto spesso la presenza di un naso con difetti estetici fa passare in secondo piano la bellezza di tutte le altre parti del volto rendendo il risultato finale poco armonico. Per questo si ricorre alla Rinoplastica: il suo obiettivo è di ricreare le opportune proporzioni tra il naso (sia la parte ossea che cartilaginea) e le altre unità estetiche del viso(fronte, occhi e mento).

rinoplastica1

 

Con che tipo di anestesia si effettua l’intervento? L’anestesia locale è la scelta migliore per effettuare questo intervento; i benefici che si possono ottenere con l’anestesia locale, in termini di sicurezza  e velocità di ripresa sono migliori di quelli tipici di una anestesia generale e in più si evitano i disagi legati al risveglio dell’anestesia generale, potendo così tornare a casa dopo alcune ore dall’intervento.

L’intervento è molto lungo? I tempi operatori variano secondo il programma  operatorio previsto, in alcuni casi si possono correggere dei difetti funzionali, come deviazioni del setto, ipertrofia dei turbinati o esiti di fratture, ma, in genere, possono oscillare tra la mezzora e l’ora e mezza.

Qual è la forma migliore da scegliere? Nel corso della visita il chirurgo estetico deve valutare tutte le componenti del naso, per potere prospettare dei risultati che siano realmente ottenibili. In genere si effettua un morfing fotografico offrendo al paziente più opzioni di quello che potrebbe essere il risultato finale. Bisogna evitare stereotipi, naso alla francese o altro che potrebbero essere inadeguati al viso che sostituirebbero un naso con dei difetti con uno con altri difetti.

rinoplastica

In cosa consiste il post-opertaorio? Al termine della fase di sutura, il chirurgo inserisce nelle narici due piccoli tamponi che hanno la funzione di mantenere aperte le cavità per una futura corretta respirazione e aiutare l’emostasi. Sopra il naso invece viene modellata una sorta di mascherina rigida che, appoggiata saldamente sulla piramide nasale, favorisce il riassestamento dei tessuti nella posizione corretta. I tamponi vanno rimossi dopo 24-48 ore dall’intervento, mentre il gessetto viene rimosso dopo circa una settimana dall’intervento. Anche se subito dopo  il naso è presentabile e il gonfiore non si nota, bisogna tenere conto dei tessuti coinvolti dal rimodellamento (ossa e cartilagini) e la loro completa guarigione avviene lentamente, fino a normalizzarsi dopo circa sei mesi. L’indicazione principale in questo periodo è di evitare traumi sul naso, quindi evitare sport che comprendono questo rischio.

Dopo quanto si può riprendere la vita sociale? Il lavoro e la vita sociale può essere ripresa già dopo una settimana dall’intervento.

Gli esiti dell’intervento sono duraturi? Gli esiti della rinoplastica sono permanenti. Una rinoplastica ben eseguita regala un’immagine più proporzionata con una bellezza naturale. Per capire come possono essere i risultati di questo intervento è utile vedere alcune foto di prima e dopo la rinoplastica.

[Link: Ufficio Comunicazione Scientifica Studio Nice di Mario Gioia]

No comments

You must be logged in to post a comment.