Massaggi in spiaggia? No grazie!

28 luglio 2017

Puntuali come i venditori di cocco, sulle spiagge spuntano ogni estate i massaggiatori ambulanti.

La tentazione di concedersi un bel momento di relax, sdraiati sul lettino, mentre il sole ci riscalda la pelle è davvero forte, ma non sempre ricorrere ai massaggiatori ambulanti è una buona idea, e i medici lanciano l’allarme.

img_2301-1Perchè dire no ai massaggi in spiaggia? Ecco TRE buoni motivi:

  1. La scarsa igiene: quanti di voi hanno visto un massaggiatore lavarsi e disinfettarsi dopo aver trattato un cliente? Ecco. La mancanza di igiene è sicuramente una delle ragioni per cui i massaggi in spiaggia sono pericolosi. Il rischio è quello di trasmettere malattie cutanee (dalle dermatiti alle micosi), esattamente come quando si cammina senza protezione a bordo piscina o in doccia.
  2. Sono rischiosi per la salute: un operatore abusivo tratta indifferentemente i clienti sani e che soffrono di patologie, anche se leggere, a nervi, muscoli e ossa. E non avendo cognizioni tecniche in materia, tali azioni possono rivelarsi molto dannose per il nostro organismo, fino a causare contratture, lussazioni, fratture, danni alla colonna vertebrale.
  3. Impossibilità di controllare i prodotti: chi ci garantisce dall’utilizzo di prodotti da massaggio scadenti e/o scaduti? Spesso le bottiglie o i barattoli che i massaggiatori abusivi portano con sè non hanno etichette, o se le hanno sono in caratteri incomprensibili per le persone comuni. Nessuna garanzia contro allergie, nè rischio di foto-sensibilizzazione della pelle.

 

Per contrastare questa pratica, fino al 2012 il Ministero della Salute ha emesso un’ ordinanza che purtroppo si è interrotta quattro anni fa. Non resta dunque che prestare attenzione e prendersi n po’ cura della propria salute, anche in spiaggia!

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *