Età anagrafica ed età biologica: quali differenze?

3 aprile 2017

Ognuno di noi è corresponsabile della propria età biologica: nel bene -se ci siamo difesi- o nel male -se ci siamo lasciati andare.

ltere Frau entspannt auf der Couch

Non necessariamente quindi l’età anagrafica corrisponde a quella biologica.

Naturalmente non è possibile non invecchiare, ma l’invecchiamento è un fattore condizionabile. La ‘salute estetica’ vale a dire la necessità di ‘abitare bene’ il proprio corpo, è un aspetto condizionabile.

Le rughe sono certamente segno di esperienza e se isolate non colpiscono negativamente, ma perché invece accettare un viso a cartina geografica, una pelle maculata, il rilassamento cutaneo e le palpebre cadenti?

Cosa c’è di bello In un viso sempre stanco, anche se stanchezza non ce n’è?

Ecco quindi qualche buona ragione per ricorrere alla medicina estetica: la medicina estetica non stravolge le forme ma semplicemente cerca di rallentare il tempo. Ed allora perché rinunciare ad un po’ di botox che distende MA NON IMMOBILIZZA, ad un filler che più che riempire deve ripristinare un volume preesistente ed idratare dall’interno?

E per le più timorose peeling, radiofrequenza, microneedling, PRX T33 e laser, curano la pelle ridonandole una texture di tempi passati, o anche meglio, ed attenuano le piccole rughe.

[Link: Ufficio Comunicazione Scientifica Studio Nice di Mario Gioia]

No comments

You must be logged in to post a comment.