Lo zenzero

6 dicembre 2016

Pianta erbacea perenne di cui si utilizzano le radici fresche o essiccate, lo zenzero è originario dell’Asia ed arriva in Europa all’epoca dei Romani. Contiene olio essenziale, gingerina, zingerone, resine e mucillagini, che conferiscono alla radice le sue proprietà medicinali.

nrm_1416447294-ddfd21ae0c7e968208f9ec11bdfe80be-tisana-allo-zenzero-per-il-raffreddore

Di recente alcune ricerche hanno messo in evidenza le qualità antiossidanti dello zenzero, oltre che le sue proprietà antitumorali: esso infatti avrebbe una funzione protettiva contro i tumori del colon e del retto.

Lo zenzero inoltre, possiede un effetto termogenico, ossia produce calore e fa bruciare calorie. Ciò lo rende un coadiuvante nelle diete, purché usato nell’ambito di un’alimentazione equilibrata.

Oltre ad essere un ottimo digestivo (favorisce soprattutto la digestione di carboidrati e proteine), lo zenzero è stimolante, antireumatico, elimina i gas intestinali, migliora la circolazione sanguigna e allevia il mal di denti e il mal di testa.

È efficace anche nel contrastare l’affaticamento e nelle sindromi da perdita di memoria se usato regolarmente come condimento.

proprieta-dello-zenzero_ada31d73434836e98651686eee2d8dd3

Lo zenzero può essere inoltre adoperato per favorire la crescita della flora batterica intestinale e contrastare così colite, stitichezza e diarrea. Utilissimo infine per contrastare mal d’auto, mal di mare, nausea in generale, anche gravidica. Anche i crampi provocati da dolori di stomaco o da dolori muscolari sono alleviati dal consumo regolare di questa spezia.

Lo zenzero, insomma è un vero toccasana. E voi come lo usate?

Tags: zenzero,

No comments

You must be logged in to post a comment.